Policy privacy

You have allowed cookies to be placed on your computer. This decision can be reversed.

Sanzioni Agcm agli istituti di credito per intese sui tassi di interesse

L’AUTORITÀ GARANTE DELLA CONCORRENZA E DEL MERCATO
(download pdf completo)
NELLA SUA ADUNANZA del 24 febbraio 2016;
SENTITO il Relatore Dottoressa Gabriella Muscolo;
VISTA la legge 10 ottobre 1990, n. 287;
VISTO il D.P.R. 30 aprile 1998 n. 217;
VISTA la legge 28 dicembre 2005, n. 262;
VISTA la propria delibera del 7 maggio 2014, con la quale è stata avviata
un’istruttoria ai sensi dell’articolo 14, della legge n. 287/90, nei confronti
delle società

Cassa di Risparmio di Bolzano S.p.A., Banca Popolare
dell’Alto Adige S.c.p.A., Cassa Raiffeisen di Brunico Soc. Coop., Cassa
Rurale Bolzano Soc. Coop., Cassa Rurale Renon Soc. Coop., Cassa
Raiffeisen Valle Isarco Soc. Coop., per accertare l’esistenza di violazioni
dell’articolo 2 della legge n. 287/90 o dell’articolo 101 del TFUE in
relazione a una possibile intesa nel mercato degli impieghi alle famiglie
consumatrici nelle province di Bolzano e Trento;
VISTA la comunicazione del 22 settembre 2014 con la quale Cassa Rurale
Renon Soc. Coop. ha presentato impegni, ai sensi dell’articolo 14-ter della
legge n. 287/90, secondo le modalità indicate specificamente nell’apposito
“Formulario per la presentazione degli impegni ai sensi dell’articolo 14-ter
della legge n. 287/90”;
VISTA la propria delibera del 15 ottobre 2014, con la quale è stato disposto
il rigetto degli impegni presentati da Cassa Rurale Renon Soc. Coop, in
quanto gli impegni si riferivano a condotte suscettibili di integrare un
accordo orizzontale tra alcune banche della provincia di Bolzano rispetto al
quale era opportuno procedere all’accertamento dell’eventuale infrazione;
VISTA la propria delibera del 13 gennaio 2015, con la quale l’istruttoria è
stata estesa soggettivamente a Federazione Cooperative Raiffeisen Soc.
Coop., Federazione Trentina della Cooperazione Soc. Coop., Cassa
Raiffeisen Oltradige Soc. Coop., Cassa Raiffeisen Wipptal Soc. Coop., Cassa
Raiffeisen Lana Soc. Coop., Cassa Raiffeisen Prato-Tubre Soc. Coop., Cassa
Raiffeisen Silandro Soc. Coop., Cassa Raiffeisen Lagundo Soc. Coop., Cassa
Raiffeisen Castelrotto - Ortisei Soc. Coop., Cassa Raiffeisen Merano Soc.
Coop., Cassa Raiffeisen Tures Aurina Soc. Coop., Cassa Raiffeisen Nova
Ponente-Aldino Soc. Coop., Cassa Centrale Raiffeisen dell’Alto Adige
S.p.A. ed è stata, altresì, estesa oggettivamente alle ulteriori attività di
scambio di informazioni e coordinamento delle politiche commerciali
relative alle condizioni economiche e contrattuali dei finanziamenti rientranti
nel mercato degli impieghi alle famiglie;
VISTA la propria delibera del 30 aprile 2015, con la quale il termine di
chiusura del procedimento è stato prorogato alla data del 31 dicembre 2015;
VISTA la Comunicazione delle Risultanze Istruttorie, inviata alle Parti in
data 25 settembre 2015 ai sensi dell’articolo 14 del D.P.R. 30 aprile 1998, n.
217;
VISTE le memorie finali presentate dalle società: Cassa Raiffeisen
Oltradige, Cassa Raiffeisen Prato-Tubre, Cassa Raiffeisen Lana, Cassa
Raiffeisen Nova Ponente-Aldino, Cassa Raiffeisen Merano, Cassa Raiffeisen
Silandro, Cassa Raiffeisen Wipptal, Cassa Raiffeisen Tures Aurina, Cassa
Raiffeisen Lagundo, Cassa Raiffeisen Castelrotto-Ortisei, Cassa Raiffeisen
Valle Isarco, Cassa Raiffeisen Brunico, Cassa Centrale Raiffeisen dell’Alto
Adige, Federazione delle Cooperative Raiffeisen, Federazione Trentina della
Cooperazione, nonché dal Centro Tutela Consumatori Utenti Alto Adige;
SENTITI in audizione finale, in data 17 novembre 2015, i rappresentanti
della Federazione Trentina della Cooperazione Soc. Coop;
VISTA la delibera del 17 novembre 2015, con la quale l’Autorità, dopo aver
sospeso l’audizione finale ed essersi riunita in una seduta straordinaria, ha
accolto l’istanza, avanzata dalla Federazione Trentina della Cooperazione, di
ostensione del documento n. 589 dell’indice del fascicolo, subordinatamente
alla verifica della persistenza o meno delle ragioni di riservatezza da parte di
Banca d’Italia;
VISTA la propria delibera del 17 novembre 2015, con la quale il termine di
chiusura del procedimento è stato prorogato alla data del 28 febbraio 2016;
VISTA l’ulteriore memoria presentata, in data 15 gennaio 2016, dalla
Federazione Trentina della Cooperazione Soc. Coop;
SENTITI in audizione finale, in data 27 gennaio 2016, i rappresentanti delle
società: Federazione Trentina della Cooperazione, Federazione delle
Cooperative Raiffeisen, Cassa Raiffeisen Brunico, Cassa Raiffeisen
Oltradige, Cassa Raiffeisen Valle Isarco, Cassa Raiffeisen Castelrotto-
Ortisei, Cassa Raiffeisen Lagundo, Cassa Raiffeisen Lana, Cassa Raiffeisen
Merano, Cassa Raiffeisen Prato Tubre, Cassa Raiffeisen Silandro, Cassa
Raiffeisen Tures Aurina, Cassa Raiffeisen Wipptal, Cassa Centrale
Raiffeisen dell’Alto Adige, Cassa Rurale Renon, Banca Popolare dell’Alto
Adige;
VISTI gli atti del procedimento e la documentazione acquisita nel corso
dell’istruttoria;
CONSIDERATO quanto segue:
I. PREMESSA
1. In data 7 maggio 2014 l’Autorità Garante della Concorrenza e del
Mercato ha avviato un’istruttoria, ai sensi dell’art. 14 della legge n. 287/90,
nei confronti delle società Banca Popolare dell’Alto Adige S.c.p.A., Cassa
di Risparmio di Bolzano S.p.A., Cassa Raiffeisen di Brunico Soc. Coop.,
Cassa Raiffeisen Valle Isarco Soc. Coop., Cassa Rurale di Bolzano Soc.
Coop., Cassa Rurale Renon Soc. Coop. per presunte infrazioni dell’articolo
2 della legge n. 287/90 o dell’art. 101 del TFUE.
In data 13 gennaio 2015 il procedimento è stato esteso nei confronti delle
società Cassa Centrale Raiffeisen dell’Alto Adige S.p.A., Cassa Raiffeisen
4
Castelrotto-Ortisei Soc. Coop., Cassa Raiffeisen Lagundo Soc. Coop., Cassa
Raiffeisen Lana Soc. Coop., Cassa Raiffeisen Merano Soc. Coop., Cassa
Raiffeisen Nova Ponente-Aldino Soc. Coop., Cassa Raiffeisen Oltradige
Soc. Coop., Cassa Raiffeisen Prato-Tubre Soc. Coop., Cassa Raiffeisen
Silandro Soc. Coop., Cassa Raiffeisen Tures Aurina Soc. Coop., Cassa
Raiffeisen Wipptal Soc. Coop., Federazione Cooperative Raiffeisen Soc.
Coop. e Federazione Trentina della Cooperazione Soc. Coop..
2. L’oggetto del procedimento è l’esistenza di due intese, l’una relativa alla
provincia di Bolzano e l’altra alla provincia di Trento, poste in essere da
rilevanti operatori bancari ivi attivi, aventi ad oggetto lo scambio di
informazioni sensibili e il coordinamento delle rispettive politiche
commerciali nel mercato degli impieghi alle famiglie consumatrici.
3. In particolare, la documentazione agli atti del fascicolo dà conto, nella
provincia di Bolzano, del coordinamento delle politiche strategiche e
commerciali applicate nel mercato degli impieghi alle famiglie tra le Casse
Raiffeisen Parti del procedimento e la relativa Federazione, avvenuto anche
tramite un ampio e articolato scambio di informazioni volto a condividere le
principali variabili di prezzo.
4. Le evidenze relative alla provincia di Trento danno conto invece
dell’individuazione e diffusione da parte della Federazione Trentina della
Cooperazione, a beneficio delle Casse Rurali federate, di un tasso di
interesse di riferimento applicabile ai mutui, suscettibile di eliminare il
normale margine di incertezza in merito al tasso praticato dagli operatori
concorrenti e di uniformare le condizioni commerciali applicate alle famiglie
consumatrici.

 
Free business joomla templates