Policy privacy

You have allowed cookies to be placed on your computer. This decision can be reversed.

Bond Greci crack

Bond greci

Ormai sappiamo tutti come sono andate le cose, anche se a dir la verità i "giochi" non sono ancora finiti per chi detiene obbligazioni riguardanti lo stato Greco con regolamenti della legge Italiana, Inglese o altro. Ma purtroppo più del 95% dei bond ha già subito l'hair cut volontario prima, diventato poi forzato con l'attivazione delle CACs (inserite in maniera retroattiva).
Con questo intendo riunire tutti i possessori di titoli di stato greco che non sono d'accordo con l'attivazione delle CACs e che quindi hanno subito l'hair cut in maniera involontaria.
La mia intenzione è quella prima di tutto di riunire tutti i risparmiatori italiani che hanno in possesso titoli di stato greci per organizzarci, per farci sentire, per fare le nostre proposte e per avere, chissà forse, qualcosa in più di quello che ci daranno con questo "swap forzato".


A quanto pare i giornalisti e i politici hanno pensato di parlare tanto del "salvataggio" della Grecia, che a dir loro è "andata in default senza andare in default" senza nemmeno pensare ai piccoli retails come noi che su quei titoli abbiamo messo parte dei nostri risparmi.
Noi non abbiamo avuto gigantesche somme in prestito all'1% o ricevuto il pagamento dei CDS, noi non muoviamo decine e decine di milioni, se non addirittura miliardi, in investimenti per speculare. Quelli lì erano i nostri risparmi di anni di lavoro, o di trading, o di eredità a seconda dei casi. Quei soldi erano molto più importanti per noi che per una banca o un hedge fund. Questo giornalisti e politici non lo hanno detto e la cosa è passata nel silenzio. Quando è così vuol dire che nessuno si darà da fare per almeno provare a ridarci indietro un pò di più dei nostri risparmi.
Proveremo a farci sentire dal Governo Greco, da quello Italiano, e perchè no, anche da quello Tedesco e Francese, che magari essendo in odore di elezioni potrebbe cercare la maggior adesione attraverso qualche apertura di trattative. Ci faremo sentire anche dalla Comunità Europea e dalla BCE che teoricamente avrebbe la possibilità di trovare una "compensazione" anche per noi retail oltre ai maxi-prestiti fatti alle banche.

 Vincenzo (dal  blog)

 
Free business joomla templates