Sito di ADUSBEF Veneto



Dove ti trovi: Home> Derivati: Audizione informale del Direttore Generale della Banca d'Italia






Le problematiche relative agli strumenti finanziari derivati
Audizione informale del Direttore Generale della Banca d'Italia Fabrizio Saccomanni

cosa sono gli  swapSwap: le perizie econometriche svelano la fregatura tecnica e le banche mettono la retromarcia. Ecco come risolvere un pasticcio ed evitare il suicidio finanziario della vostra azienda a cura di Tiziana Pinaffo
cosa sono gli  swapProdotti derivati: uno studio della Banca d'Italia. Rilevazione sui prodotti derivati over-the-counter a fine dicembre 2007
cosa sono gli  swapCosa è lo SWAP
cosa sono gli  swap SWAP e Contratti su strumenti derivati
cosa sono gli  swapLe perizie econometriche sugli SWAP: come quantificare un disastro a cura della Presidenza Nazionale ADUSBEF
cosa sono gli  swapSWAP. Modulo di richiesta documentiRichiesta copia documenti ai sensi e per gli effetti dell'art. 7 e 10 2 D.Lgs. 196/03 e ss modifiche, nonchŔ della deliberazione n. 14 del 23 dicembre 2004 (pubblicata su Gazzetta Ufficiale n. 55 dell'8 marzo 2005) del Garante della Privacy, ed infine ai sensi dell'art. 119 n. 4 del TU Bancario e dell'art. 13 della L. 675/96 e successive modifiche.
cosa sono gli  swapLe problematiche relative agli strumenti finanziari derivati: Audizione informale del Direttore Generale della Banca d’Italia Fabrizio Saccomanni


Le problematiche relative agli strumenti finanziari derivati
Audizione informale del Direttore Generale della Banca d'Italia Fabrizio Saccomanni


file pdfdownload file pdf completo


Premessa

Recenti eventi e iniziative giornalistiche hanno attirato l'attenzione dell'opinione pubblica su un comparto tra i pi¨ complessi ed innovativi del mercato finanziario, quello dei contratti derivati.

Non si tratta di un fenomeno che riveste carattere di novitÓ; giÓ nella prima metÓ dell'ottocento presso il Chicago Board of Trade venivano negoziati schemi contrattuali riconducibili ai derivati.

Quello dei servizi di investimento Ŕ un settore in forte sviluppo, da tempo oggetto di un'articolata regolamentazione, in larga misura di origine comunitaria, e di un'attenta attivitÓ di vigilanza, in relazione ai rischi che gli strumenti impiegati possono comportare per gli intermediari e per gli investitori, siano essi risparmiatori, imprese, enti pubblici.

La Banca d'Italia, alla quale l'ordinamento affida la tutela della stabilitÓ delle banche e del sistema finanziario nel suo complesso, segue attentamente, per quanto di competenza, l'operativitÓ in derivati dei soggetti vigilati, anche dettando specifiche disposizioni prudenziali e svolgendo indagini e controlli mirati.

A nome dell'Istituto, ringrazio la Commissione per aver invitato la Banca d'Italia a questa audizione che, seguendo quella tenuta dal Direttore Centrale della Vigilanza nel dicembre 2004 sul medesimo tema, si propone di aggiornare il quadro generale della regolamentazione e dell'operativitÓ, di precisare gli ambiti e le responsabilitÓ delle AutoritÓ di controllo, di passare in rassegna le iniziative di vigilanza che la Banca d'Italia ha intrapreso negli ultimi anni a fronte dei rischi che le banche incontrano nell'operativitÓ in derivati.