Policy privacy

You have allowed cookies to be placed on your computer. This decision can be reversed.

Derivati, dov'è l'inganno

freccetta Finanza mercati e imprese: DERIVATI, DOV'E' L'INGANNO

ATTENZIONE - Per ricevere assistenza legale preghiamo i gentili utenti di rivolgersi alla sede ADUSBEF di competenza locale a voi più vicina: in via subordinata ADUSBEF Sezione Veneto rimarrà comunque a disposizione per fornire un eventuale supporto tecnico-giuridico ad utenti fuori regione che ne necessitassero. Come funziona:

Richiesta documentazione su contratti SWAP formato pdf

Richiesta documentazione su contratti SWAP formato word
L'opinione del Commercialista.

DERIVATI: DOVE E' L'INGANNO ?


La prima cosa che viene in mente quando si parla di derivati (Interest Rate Swap) è qualcosa di speculativo, un accordo truffa, incomprensibile ove ci guadagna sempre "il banco". Analizzando più attentamente la questione si scopre che storicamente il primo derivato è stato la moneta stessa in quanto sostitutiva del baratto ovvero lo scambio di prodotti/merci. Ancora, i termini "speculativo" e "malaffare" non vanno attribuiti ai contratti derivati, perché gli strumenti di per sé hanno una funzione importante nella gestione del rischio; il problema è invece nell'utilizzo improprio degli strumenti stessi: un esempio è quello di una persona che utilizza un coltello da cucina per ferire appositamente un'altra. E' il coltello o la persona che ne ha fatto un uso "improprio" il colpevole?

L'utilizzo fatto dal sistema bancario dei derivati ed in particolare degli swaps in Italia ( termine che significa letteralmente "scambio"), è stato del tipo "improprio". L'elemento fondamentale che ha consentito un tale utilizzo nei confronti di mote aziende e privati va ricondotto all'asimmetria informativa degli attori in gioco. In pratica la banca:
  • rispetto alla controparte ha una maggiore conoscenza del mercato e delle sue aspettative e quindi ha più possibilità di posizionarsi dalla "parte giusta del mercato". (semplificando e come se la banca sapesse quante palline bianche e quante rosse ci sono nell'urna mentre la controparte no)
  • può offrire il prodotto che meglio riflettere le proprie aspettative di mercato e condizionare le scelte della controparte
  • il margine banca può essere tale da coprire il suo "down risk" mentre riduce la possibilità per la controparte di fare utile quando le cose vanno a suo favore; in pratica trasforma lo swap in un gioco non equo in cui il cliente o ha probabilità di vincita molto bassa o il premio è insignificante ; viceversa o deve pagare molto se le cose vanno in senso avverso o le probabilità che ciò accada sono molto alte.

E' fondamentale quindi, quando si affronta le problematiche relativa alla gestione del rischio, richiedere delle Perizie Econometriche in grado di definire l'equità delle informazioni ed in particolare di rilevare il valore del derivato e le differenze rispetto al valore equo (Fair Value) , il profilo di rischio e quindi l'efficacia del derivato nel coprire il rischio a cui è soggetto il sottostante e quindi di svolgere la originale funzione di assicurazione.


Arrivano le prime sentenze sui derivati. Oggi le Banche sono più disposte a trovare un accordo. Il punto di partenza è una valutazione tecnica che evidenzi la disparità d'informazione tra cliente e banca e le caratteristiche specifiche in termini di utili e perdite potenziali di quel derivato.
_________________________________
Cavallari Dott. Massimo

Altri link su swap e derivati

Prodotti derivati: uno studio della Banca d'Italia. Rilevazione sui prodotti derivati over-the-counter a fine dicembre 2007

Cosa è lo SWAP

Le perizie econometriche sugli SWAP: come quantificare un disastro

Banca Italease: sottoscrizione contratti derivati "Falsi Swap"Siate "indipendenti": non lasciatevi intimidire dalla lettera del 4 luglio.... Adusbef sta ricevendo moltissime richieste d'aiuto da parte di imprenditori, che si sono visti recapitare la famigerata "lettera del 4 luglio" nella quale la banca intimava il pagamento entro 8 giorni di ingenti somme relative all'esposizione in derivati I.R.S.- INTEREST RATE SWAP.....

SWAP. Modulo di richiesta documentiRichiesta copia documenti ai sensi e per gli effetti dell'art. 7 e 10 2 D.Lgs. 196/03 e ss modifiche, nonchè della deliberazione n. 14 del 23 dicembre 2004 (pubblicata su Gazzetta Ufficiale n. 55 dell'8 marzo 2005) del Garante della Privacy, ed infine ai sensi dell'art. 119 n. 4 del TU Bancario e dell'art. 13 della L. 675/96 e successive modifiche.

Le problematiche relative agli strumenti finanziari derivati: Audizione informale del Direttore Generale della Banca d’Italia Fabrizio Saccomanni

 
Free business joomla templates