Policy privacy

You have allowed cookies to be placed on your computer. This decision can be reversed.

Il decreto legge (anticrisi) n.185 del 29 novembre 2008

freccetta NEWS BANCHE MUTUI IMMOBILI

Il decreto legge (anticrisi) n.185 del 29 novembre 2008, pubblicato sul Supplemento Ordinario n. 263 della Gazzetta Ufficiale n.280 del 29 novembre 2008 prevede un tetto massimo all'ammontare degli interessi passivi, a tasso variabile, maturati su mutui per l'acquisto, la ristrutturazione o la costruzione della prima casa (di categoria non di lusso), sottoscritti sino al 31.10.08, oppure rinegoziati entro la stessa data in applicazione della L. n.126/08. L'importo delle rate si calcola con riferimento al maggiore tra:
· tasso del 4%, senza considerare spread, spese varie o altro tipo di maggiorazione;
· tasso contrattuale alla data di sottoscrizione del contratto.
Lo Stato interviene e si fa carico della parte eccedente la predetta misura, tranne nel caso in cui le condizioni contrattuali determinino una rata di importo inferiore. Per i nuovi mutui, sottoscritti a partire dal 1° gennaio 2009, invece, il tasso di base su cui si calcola lo spread sarà costituito dal tasso stabilito dalla Banca Centrale Europea. www.studiocavallari.it


Il tasso variabile? Ora conviene, ma attenti al margine.

Mutuo Bce
Chi si appresta a scegliere il variabile deve però fare bene i conti con il reddito a disposizione. La lezione degli ultimi tre anni, infatti, insegna che quando si contraggono finanziamenti indicizzati a tassi particolarmente bassi si deve esser pronti a sopportare un eventuale rialzo dei pagamenti, anche brusco, negli anni successivi ed è quindi importante non farsi sorprendere....


Il decreto legge (anticrisi) n.185 del 29 novembre 2008:

commento di Massimo Cavallari su: mutui per l'acquisto, la ristrutturazione o la costruzione della prima casa



Cosa può fare la banca con i miei dati?

Nuove istruzioni della Banca d'Italia per i debiti a sofferenza"


Basta con le cartelle pazze, piccola guida per capirci qualcosa



Banca d'Italia: Economie regionali. Veneto

L'economia del Veneto nel primo semestre del 2008 La nota è stata redatta dalla Sede di Venezia della Banca d'Italia - Calle Larga Mazzini, 4799/a - 30124 Venezia - tel. 041 2709211
Il progressivo rallentamento registrato dall'economia veneta nel 2007 è proseguito con maggiore intensità nella prima parte del 2008 fino a prefigurare un quadro recessivo nel terzo trimestre. La diminuzione dei consumi e degli investimenti nazionali, il rallentamento delle principali economie avanzate e la perdita di competitività di prezzo registrata fino al primo trimestre hanno determinato una stagnazione della produzione industriale e un calo di redditività che ha indotto un'ulteriore revisione al ribasso dei piani d'investimento delle imprese industriali. L'indebolimento della domanda e condizioni di finanziamento sempre meno favorevoli hanno ridotto gli investimenti in costruzioni. Alcuni importanti comparti del terziario, come commercio, turismo e trasporto di merci, hanno registrato una stagnazione. Nel mercato del lavoro l'inversione del ciclo economico si è manifestata con una lieve ripresa del tasso di disoccupazione e un'accelerazione del ricorso agli ammortizzatori sociali. Il peggioramento della situazione economica ha determinato un indebolimento della domanda di prestiti bancari da parte delle imprese e delle famiglie e un lieve deterioramento della qualità media dei finanziamenti; le condizioni di offerta di credito si sono moderatamente irrigidite. La crescita della raccolta bancaria è stata alimentata dal maggior ricorso a strumenti meno liquidi e più onerosi per le banche, come le obbligazioni.

Comunicato Stampa Mediolanum

I soci di riferimento del Gruppo Mediolanum, Doris e Fininvest, si fanno carico delle perdite delle polizze “Lehman”. L’operazione non inciderà sugli azionisti di minoranza

Supplementi al Bollettino Statistico Indicatori monetari e finanziari Debito delle amministrazioni locali
Bollettino Statistico Banca d'Italia ottobre 2008
L'Economia Italiana in breve 22 ottobre 2008
Mercato finanziario ottobre 2008

Promotori finanziari: una triste verità

di Eugenio Bennettazzo - operatore di borsa indipendente. I recenti crack finanziari, con i relativi processi tuttora pendenti, non fanno altro che confermare, ancora una volta, quanto questi soggetti portino i loro clienti a compiere operazioni in pieno conflitto di interessi e a sottoscrivere prodotti troppo onerosi e sottoperformanti


Centrale dei rischi: Istruzioni per gli intermediari creditizi

Arrivano al nostro centralino decine di richieste d'aiuto di persone finite nei guai a causa della centrale rischi della Banca d'Italia. Siamo finalmente riusciti a recuperare Le istruzioni della Banca d'Italia alle banche in materia, le quali quindi dovranno applicare alla lettera quanto da esse riportato. Eventuali violazioni del testo di queste istruzioni verranno da noi immediatamente segnalate alla stessa Banca d'Italia e se causa di danni portate di fronte all'autorità giudiziaria.


Truffa da 100mila euro - risparmiatore risarcito - tratto da "Il Padova" del 27 giugno 2008

Aveva orchestrato una truffa di dimensioni inimmaginabili. Stefano Tessarolo. promotore finanziario di Bassano del Grappa, nel 2005 era balzato al centro delle cronache nazionali quando si è sollevato il coperchio sulla sua attività illecita: per anni aveva trattalo sessanta persone, proponendo loro investimenti fittizi (supportati da falsi certificati) e intascando indebitamente le somme che si faceva consegnare.

Cinque banche sotto inchiesta per usura: banche e usura, il ruolo della commissione di nassimo scoperto 24 giugno 2008 di Dario Freccero


Vinta causa presso il Tribunale di Padova, giugno 2008

Risarciti 100.000 euro

Vinta causa presso Tribunale di Vicenza su Obbligazioni Cirio.

Risarciti 105.000 euro oltre ad interessi di legge, spese legali e peritali sostenute

Mutui troppo esosi: Cariparo condannata di Cristina Genesis. Tratto dal "Il Mattino" di Padova del 23 dicembre 2007

Anatocismo: istruzioni per richiesta rimborsi

 
Free business joomla templates