Policy privacy

You have allowed cookies to be placed on your computer. This decision can be reversed.

Mutui troppo esosi:Cariparo condannata


di Cristina Genesis
tratto dal "Il Mattino" di Padova del 23 dicembre 2007

Cariparo: dovrà restituire 4000 euro indebitamente riscossi dal commerciante Alfredo Belluco

Un contratto di mutuo stipulato con la Cariparo (Cassa di Risparmio di Padova e di Rovigo), poi limprovvisa impennata del tasso di interesse. Alfredo Belluco, commerciante padovano titolare di un laboratorio fotografico, non si è scoraggiato. E, prima ha affrontato la banca di persona. Poi, non ottenendo alcun risultato, si è rivolto allautorità giudiziaria assistito dallavvocato Francesco Brunelle. Precisa la richiesta: far condannare listituto alla restituzione delle somme indebitamente incassate a titolo di maggior tasso di interesse pagate dal cliente. Il giudice civile di Padova Giovanni Amenduni ha accolto la domanda, rigettando lopposizione di Cariparo assistita dal legale Adriano Fornaio. «Il tribunale - scrive nella sentenza il magistrato - condanna la Cassa di Risparmio di Padova e di Rovigo alla restituzione ad Alfredo Belluco di 4000 euro oltre agli interessi nella misura legale; condanna la Cassa di Risparmio al pagamento delle spese di lite nella misura di 5.420 euro...; condanna infine la Cassa di Risparmio al pagamento delle spese di Ctu (il consulente tecnico dufficio nominato dal giudice) pari a 1600 euro». Il 16 marzo 1989 Belluco firma un modulo prestampato sottoscrivendo così il contratto di mutuo per lacquisto della prima casa: «Di quel contratto le clausole standard sono state violate unilateralmente allo scopo di concedere esclusivo, ingiusto, sproporzionato, artificioso e iniquo vantaggio della banca» ha denunciato Belluco in una lettera inviata alle principali autorità nazionali e locali, tra cui il Commissario antiracket e antiusura Raffaele Lauro, il prefetto Paolo Padoin, il sindaco Flavio Zanonato, il presidente della Fondazione Cariparo Antonio Finotti e Artigianfidi. «Il 15 ottobre 1990 lallora direttore di Cariparo, Pio Bussolotto, mi inviò una lettera con la quale si imponevano dimperio parametri diversi da quelli pattuiti... - continua Belluco - Tale furbesca manovra ha permesso alla banca iniqui e sproporzionati guadagni...
Lindice parametro introdotto unilateralmente, che ha inciso in maniera negativa e preponderante nel criterio del calcolo, è stato il prime rate Abi, ovvero il tasso dinteresse applicato dalle banche aderenti allassociazione bancaria per finanziamenti (non mutui fondiari) non garantiti e a breve termine (non a medio e lungo termine)... Non serve essere indovini per dedurre che migliaia di famiglie hanno subito lo stesso trattamento riservato a me». Adesso Belluco, con altri colleghi-clienti-scontenti vuole organizzare una class action.

 
Free business joomla templates